+39 02 82396986 | +39 0587 54199 info@uppstart.it

Questo elaborato tratta del Controllo di Gestione quale opportunità che le aziende di modeste dimensioni dovrebbero cogliere per migliorare la propria efficienza ed efficacia in termini reddituali e che a volte, in alcune realtà, diventa una vera e propria necessità per la permanenza dell’azienda sul mercato.

Non è difficile intuire come le preoccupazioni di un imprenditore per la sopravvivenza della sua impresa siano marginali e si percepiscano come attutite in periodi di crescita aziendale a differenza di quando l’azienda attraversa un periodo di difficoltà, in questo caso, infatti, la sopravvivenza dell’impresa diventa l’unico chiodo fisso per l’imprenditore il quale comincia a prendere decisioni drastiche e non sempre positive per il futuro dell’impresa e soprattutto, se ne ha le possibilità, spesso decide di immettere nuove risorse in azienda pensando che quelle da sole bastino per far recuperare l’equilibrio perduto e a proiettare l’esistenza dell’azienda nel futuro.

Imprenditori ancora estranei alla disciplina del controllo di gestione che al giorno d’oggi rientrano in una cerchia più ristretta rispetto al passato, ma pur sempre elevata rispetto alla complessità riscontrata nel mercato attuale, comprendono quasi esclusivamente realtà di limitate dimensioni, che spesso riconoscono l’esistenza di un problema in azienda solo quando questo si palesa chiaramente nel bilancio o nei risultati evidenziati dal commercialista.

A volte gli imprenditori che intuiscono la nascita di un problema sembrano rifiutare un aggravamento della situazione in un futuro o addirittura il suo manifestarsi e questo atteggiamento può provocare pericolose conseguenze negative sullo svolgimento delle attività aziendali.

Uno dei mezzi ritenuti più adeguati per affrontare le difficoltà dovute al calo delle vendite è proprio l’incremento della forza vendita e/o della comunicazione esterna (pubblicità, fiere commerciali, eventi,), spesso accostate ad una politica di sconti per incoraggiare la vendita. Tali deliberazioni rischiano addirittura di peggiorare la situazione aziendale facendo andare in perdita il già risicato utile prodotto, se non supportate da un adeguato sistema di controllo di gestione che permetta ai manager di basare le proprie politiche (quali esse siano) su oggettivi dati contabili.

Allo stesso modo, anche in periodi di crescita economica è utile, se non necessario, che le aziende basino le proprie decisioni sui dati rilevati da un sistema di controllo di gestione, per permettere all’imprenditore di attuare le politiche più idonee a far sviluppare l’impresa nel futuro facendole raggiungere i risultati prospettici che si è posta. In tal modo è addirittura possibile poter evitare future crisi economiche o al più essere pronti a fronteggiarle prendendo le decisioni più adeguate.

Il controllo di gestione, come si può facilmente intuire dal termine, è quell’importantissimo strumento imputato a guidare la gestione di un’organizzazione nel tempo, tenendo sotto costante controllo tutte le attività che compongono l’azienda per il conseguimento di determinati obiettivi di lungo termine fissati in sede di programmazione.

Spesso gli insuccessi aziendali sono causati dalla mancanza o da un insufficiente sistema informativo e di controllo di gestione, tanto nelle aziende di grandi dimensioni quanto in quelle più piccole ma con una certa complessità al loro interno.

L’azienda, è un sistema complesso per eccellenza nell’ambito dell’economia, ed in questo senso un motore di sviluppo e progresso costante che deve auto-organizzarsi per evitare il fallimento, perché proprio per la sua complessità e unicità non può identificare a priori le soluzioni adeguate per risolvere i problemi avendo la garanzia di risultati certi.

Le aziende al giorno d’oggi sono abituate a cambiare relativamente spesso le loro strategie in ogni ambito aziendale per portare l’azienda ad un certo livello del mercato o per mantenercela

Per effettuare le corrette scelte strategiche che permettano all’azienda di creare valore e progresso sociale, è necessario, anche se non sufficiente, applicare un sistema di controllo gestionale che permetta di controllare l’incertezza attraverso la produzione di informazioni contabili e non, che permettano di applicare per tempo le opportune azioni correttive di adattamento alla situazione attuale o che permettano di cogliere le opportunità del momento riducendo di fatto il rischio di default dell’azienda e quindi di mantenerla su livelli accettabili di “fragilità”.

Un adeguato sistema di controllo di gestione o un sistema semplificato che svolga la stessa funzione per aziende caratterizzate da minor complessità, è la soluzione adatta per cercare di amministrare nel modo più corretto l’impresa perché in questo modo l’organizzazione potrebbe monitorare nel tempo il suo livello di incertezza limitandolo considerevolmente e individuando per tempo eventuali segnali di crisi che possono provenire sia dall’interno che dall’esterno dell’azienda. Riproponendo un altro sillogismo, si potrebbe concludere dicendo che maggiore conoscenza = minori rischi = sopravvivenza del sistema.

UPP START, società di consulenza specializzata, offre un concreto supporto con presenza diretta in azienda al fianco dell’imprenditore e dei suoi collaboratori, offrendo anche un servizio di Fractional Manager se richiesto, al fine di migliorare e/o implementare sistemi di pianificazione, controllo e reporting a supporto delle decisioni aziendali. Il nostro principio è ascoltare ed imparare a conoscere l’azienda per misurare gli interventi strettamente necessari e non stravolgere le dinamiche aziendali.

Share This